IO VADO …. TU FAI IL BRAVO….

Luna Pastore dell’Asia Centrale, Aspettando il mio rientro.. 
Credo che il 98% di noi possessori di cani, tocchi andare a lavorare, e il 40% di quel 98%, quando esce di casa si fa prendere da un forte stato d’ansia, perchè deve lasciare il suo piccolo bambino peloso da solo.
Questo 40% tipico, inizia a fare cose stranissime per metter pace al suo senso di colpa.
Inizia a:
  • Fare lunghi discorsi al cane, come se questo lo capisse.
  • Lascia/sparpaglia premi in cibo in giro per casa.
  • Lascia ceste piene di giochi a disposizione del cane, come se lui comprendesse la differenza tra un pelusche per cani, e quello costosissimo della Trudi che ci è stato regalato per il nostro compleanno, come se distinguesse la differenza tra una scarpa vecchia e una nuova Nike fiammante…e così via…
  • C’è anche chi lascia la televisione accesa o radio.
  • C’è anche chi lascia un accesso aperto sul retro della casa, per permettere al cane di entrare e uscire a suo piacimento.
  • C’è anche chi installa un sistema audio visivo tipo webcam per comunicare con il cane dall’ufficio… e molto altro ancora..
Capite da soli, che dopo questo elenco di cose l’unico ad avere problemi non è il Cane ma il suo padrone.

Andiamo con ordine.
Alcune figure cinofile del settore,  sostengono che far lunghi e al tempo stesso insignificanti monologhi al cane prima di uscire di casa, siano dannosi per il cane stesso, ovvero vanno a creare in lui uno stato d’ansia (Ansia da Separazione),il quale da origine a una serie di comportamenti distruttivi/disturbatori poco graditi al padrone di casa e al vicinato stesso se questo è nelle immediate vicinanze.

Qui subentrano le più bizzarre teorie date dalle figure del settore in questo periodo.
Un susseguirsi di tecniche a mio avviso inutili e a volte molto dispendiose, ma che però fanno tanto star bene l’anima preoccupata del padrone. Anzi sono un toccasana per i sensi di colpa del padrone, il quale fino a quel momento ha voluto solo dare retta alla voce del proprio EGOISMO e non a quella della RAGIONE. Ma ci arriveremo con calma e questo punto.

Come la penso IO???
Fare monologhi al cane prima di uscire di casa non serve assolutamente a nulla. Il cane non capisce niente di quanto voi dite. Capisce solo il vostro atteggiamento, il vostro linguaggio corporeo, e tutto questo da origine a un “APPRENDIMENTO ASSOCIATIVO”.

Cos’è un Apprendimento Associativo???
L’Apprendimento Associativo, consente di apprendere la relazione tra CAUSA-EFFETTO presenti nell’ambiente in quel preciso momento.

Il processo più importante dell’apprendimento associativo è il “CONDIZIONAMENTO“.

Cos’é il Condizionamento???
Il Condizionamento è il processo mediante il quale il cane associa uno “stimolo significativo” con uno “stimolo o una risposta” inizialmente neutra.
Nel nostro caso, il padrone che parla al cane si trasforma in un “condizionamento Classico“.
Ovvero il comportamento ansioso/preoccupato/agitato del padrone si trasformano in uno “Stimolo Neutro – Condizionato” che produce nel cane uno “Stimolo Significativo – Incondizionato” dando come risposta un “Comportamento”.

Chiaro vero??? NO! ne ero certa….

Vi sarà capitato di non dire nulla al cane, prendere il guinzaglio in mano e il cane in quel momento capirà subito che si uscirà in passeggiata, dando origine a un comportamento euforico, ebbene il guinzaglio è uno Stimolo Neutro —> che genera uno Stimolo Significativo —> che genera un Comportamento = risposta del cane.

Cosa dovete fare per evitare che il cane capisca che voi state per lasciarlo solo?
Dovete semplicemente evitare di entrare in Ansia, fate le vostre cose con normalità, preparatevi senza curarvi di cosa sta facendo il vostro cane, come se nulla fosse.
Il cane non ha la cognizione del tempo, per lui 5′ e 5h sono la stessa cosa. Se voi date importanza a questo aspetto, creerete nel cane un Segnale molto importante, di conseguenza è come se voi gli state dando un “Comando”.

Molti proprietari lasciano premi sparsi per la casa per far si che il cane si impegni in qualcosa, durante la loro assenza.
Devo ammettere con grande vergogna, che anche io agli inizi consigliavo questi metodi, forse perchè ero appena uscita dalla scuola, quindi non avendo quella esperienza acquisita che solo il tempo mi ha dato, ripetevo a pappagallo quello che mi avevano insegnato, ma l’esperienza e la vita a stretto contatto con loro tutti i giorni, sia con i miei che con quelli dei miei clienti, mi hanno fatto capire che il più delle volte questi sistemi non servono a nulla, anzi a volte enfatizzano di più il problema.
Inoltre è un mezzo che tiene occupato il cane pochissimo, se ha un buon fiuto in meno di 30′ ha risolto la caccia al tesoro, focalizzandosi su altro. Senza contare che il cibo nascosto lascia  il suo odore dove è stato appoggiato, quindi se nascosto sotto un tappeto, il cane con molta probabilità potrebbe iniziare a mostrar interesse verso quel tappeto, che sa tanto di boccone.

C’è anche chi pensa di lasciare tanti giochi in giro per la casa. Questo tipo di sistema può portare disinteresse nel cane nei riguardi di tanti balocchi e anche in questo caso, avvolto da tutta questa confusione, potrebbe focalizzarsi su altro.

C’è anche chi lascia una radio o televisione accesa. Questo sistema forse è l’unico modo che non porta nessuna contro indicazione, soprattutto se abbiamo per casa un cucciolo.
La Tv in se, non è percepita come mezzo di intrattenimento, ma il suono che ne produce si. Quindi possiamo avere una socializzazione ambientale uditiva. Consiglio un volume minimo.

Poi c’è la ciliegina sulla torta, non ci volevo credere, e ad essere sincera pensavo che scherzassero invece, l’hanno fatto. Mi è capitato di vedere su internet, qualcuno con casa con giardino, che hanno praticato sulla porta finestra o porta sul retro casa, un ingresso con sportellino basculante per permettere al cane di andare e venire a suo piacimento e in totale libertà in casa, durante l’assenza dei padroni.
A mio personalissimo Avviso, trovo la cosa piuttosto pericolosa e ASSURDA.
Pericolosa perchè si crea un accesso all’abitazione, e con i tempi che corrono, io chiuderei in modo sicuro casa mia. Inoltre permettendo di andare a venire al cane, si mette a tacere uno degli allarmi più sicuri in uso, ovvero quello volumetrico.
Questo bellissimo sistema viene utilizzato non solo per i cani di piccola taglia ma anche per quelli di media grossa taglia. Pensate ad una fessura che può permettere a un cristiano di entrare indisturbato nella vostra abitazione. Proprio non ci siamo.
Inoltre il Cane non DEVE SENTIRSI il padrone di casa, senza contare che in un giorno di pioggia al vostro rientro, sono certa che non troverete  una casa distrutta, ma di sicuro una casa molto sporca. Non vedo il BENEFICIO… 
Sicuramente il vostro cane sarà felice di questa soluzione, non so voi… al vostro rientro… dopo una giornata lavorativa, magari andata pure male.
Ho potuto leggere, le varie considerazioni su questa bellissima trovata, una diceva: “ora la mia piccola è più serena, ora sta molto meglio..”

Ma non diciamo ERESIE VI PREGO.
Il cane fa semplicemente il cane.
Siete voi che avete dato retta alla vostra voce EGOISTICA volendo il cane a tutti i costi, anche quando non avevate le condizioni per tenerlo.
Voi avete dato luogo a una serie di VIZI di COMPORTAMENTO causati dai VOSTRI INUTILI SENSI DI COLPA.
Voi solo VOI siete la CAUSA DEGLI EFFETTI INDESIDERATI DEL VOSTRO CANE, e vi dico di più NON E’ LUI DA RIEDUCARE, SIETE VOI che dovere cambiare registro di vita.

Cosa fare dunque per evitare che il cane vi distrugga casa durante la vostra assenza lavorativa?
In tanto se abitate in appartamento io sconsiglierei se siete in procinto di prendere un cane, l’acquisto di un cane, e se proprio non potete farne a meno, dategli almeno l’opportunità di fare il cane, portandolo fuori più volte al giorno, e non mi riferisco alle solite e brevi passeggiate dedicate all’espletamento fisiologico.
Coinvolgete una figura familiare o una figura cinofila preparata che possa portare fuori il cane più volte al giorno durante le vostre assenze questo per garantirgli una crescita equilibrata.
Evitare di VIZIARLO inutilmente, il cane ha bisogno di REGOLE. Se volete il cane per riversare su di lui il vostro amore, credetemi forse è meglio che cerchiate altrove sistemi migliori. Il cane VA AMATO E RISPETTATO ma nel modo giusto.

Inoltre ci sono attività come gli Asili, Giornate formative, Passeggiate Collettive, le quali non servono solo al cane, ma servono soprattutto a voi, per imparare o migliorarvi nella comunicazione con lui. Comunicare nel modo giusto è FONDAMENTALE. Appagare il cane è FONDAMENTALE per una sana convivenza. Inoltre queste attività vi consentiranno di conoscere nuove persone, lo scambio di esperienze è sempre utile.

Non DIMENTICATE le REGOLE, se voi imposterete le regole fin dall’inizio, tutto in seguito proseguirà liscio come l’olio. Anche i nostri figli hanno bisogno di aiuto per crescere, se li cresciamo bene, non ci saranno problemi, ma se iniziamo a viziarli, permettendogli di fare quello che vogliono, allora perderemo il controllo.
Un buon Capitano porta sempre la sua nave in porto. E’ l’unico responsabile. Se non c’è una Buona Guida allora tutti avranno il diritto di fare quello che gli pare, e di conseguenza anche il cane la farà da padrone.


Qualcuno mi chiede come fare quando si rientra a casa.

Semplice, se ci sono  danni di qualsiasi natura, è INUTILE che voi vi arrabbiate con lui, lui non capirebbe, e assocerebbe la vostra REAZIONE a qualcosa di NEGATIVO e voi non potete permettervi di essere ASSOCIATI a qualcosa di NEGATIVO.
Se vi fa le feste e si agita troppo, ignoratelo anche se questo vi potrà sembrare brutto, fatelo, appena si sarà calmato chiamatelo e salutatelo.
Se nonostante gli sforzi, il cane continua a far danni o disturba il vicinato …. (qui qualcuno potrebbe dirvi di rivolgervi ad una figura competente), prima di andarci, vi chiedo di sedervi ed essere sinceri e onesti con voi stessi, cercando di non dare al cane ogni sorta di colpe, perchè l’unica vera colpa che il cane ha, è quella di voler fare il cane. 

Fatevi consigliare dalla persona giusta evitando sistemi troppo fantasiosi, come ad esempio l’utilizzo di farmaci, perchè credetemi il cane ha solo bisogno di essere se stesso, e voi l’unica cosa che potete fare è quella di mettervi un pò di impegno aumentando le uscite, le passeggiate, cercando figure che si possano occupare del vostro cane durante le vostre assenze. Sono convinta che potrebbe diventare un pochino dispendioso, ma sarebbe molto più dispendioso, ricambiare il mobilio ogni mese e sarebbe dannoso per il cane, assumere medicinali la dove non servono. 
Il rientro in casa deve essere una gioia per entrambi, voi che ritrovate lui, e lui che ritrova voi… e non una continua frustrazione.


Articolo correlato: PERCHE’ ENTRA IN ANSIA DA SEPARAZIONE

Per chi fosse interessato alle nostre giornate può visitare i link sottostanti




Per informazioni scrivere a


oppure


Annunci

Informazioni su sulleormedellupo

Mi dedico con passione ai Cani Lupi Cecoslovacchi, alla Educazione Cinofila, e a tutto il mondo del Quattro Zampe... Amo condividere le esperienze di vita con i nostri amici pelosi, con chi nè ha, o con chi ne vorrebbe avere... Il mio motto è: la conoscienza e il sapere non hanno età...
Questa voce è stata pubblicata in ARTICOLI: EDUCAZIONE A 4 ZAMPE - COSE DA SAPERE, RIFLESSIONI....DI UN EDUCATORE CINOFILO. Contrassegna il permalink.