26 APRILE 2014 – SULLEORMEDELLUPO RITORNA A UDINE – CANI & PADRONI

Il 26 Aprile 2014, ritornerò a Udine con la giornata dedicata ai Cani & Padroni.
Durante la giornata, ripasseremo o affronteremo diversi temi mettendoli in pratica con la passeggiata didattica prima al parco del Cormor Udine, e poi in Centro a Udine.
Ma diamo un piccolo sguardo agli argomenti che toccheremo.

Importanza della Conduzione Corretta/tenere il guinzaglio: Saper tenere in mano il guinzaglio, sapersi destreggiare con quel “Cordone Ombelicale” che ci lega al nostro cane, non è cosa da poco.
Il guinzaglio se usato in modo scorretto o improprio ci allontanerà dal nostro cane.
Attraverso il guinzaglio noi trasferiamo al nostro amico, tutte le nostre emozioni, le più importanti ed influenti sono: Tranquillità, Sicurezza, Paura, Ansia.
Se noi impariamo a destreggiarci e a riconoscere la situazione in cui ci troviamo, riusciremo a non poca cosa, e il rapporto con il nostro beniamino, godrà di un grande beneficio.

Imparare a destreggiarsi con il guinzaglio, durante gli incontri con gli altri cani: E’ consueto che durante le nostre passeggiate in posti pubblici, dove non è consentito lasciare liberi i cani, d’ incontrare a nostra volta, altri cani condotti al guinzaglio.
Molto spesso mi è capitato di NON POTER EVITARE, di far avvicinare il mio cane ad un’altro soggetto.
Vuoi perchè lo spazio in quel contesto fosse limitato, vuoi perchè il detentore dell’altro beniamino, non vedeva l’ora di far conoscere il suo “Fufi” al mio, come se quell’incontro potesse far nascere un’amicizia importante e fondamentale per entrambi. 
Io non sono per gli “Incontri Legati” però purtroppo capitano e quindi capire certi contesti, capire chi ci sta venendo in contro, non solo per quanto riguarda il cane ma il suo conduttore, capire la situazione, ma ancor più fondamentale sapersi districare con il guinzaglio, può evitare non solo spiacevoli inconvenienti ma fastidiose NOIE.
Se li conosci li EVITI.

L’Importanza dei premi in carezza: anche questo è un passaggio importante che molto spesso si tende a sottovalutare.
Capire QUANDO toccare il cane oppure no, è fondamentale, sia per premiare comportamenti desiderati, sia per evitare di premiare comportamenti indesiderati.
Capire COME toccarlo.
Ci sono due tipi di carezze:

  • Carezze Semplici o Intime: sono quelle carezze che noi riserviamo al nostro cane durante le nostre manifestazioni di affetto. Le parti interessate di solito solo le parti intime o sterno. Anche il tono della voce che accompagna le carezze deve essere calmo e pacato.
  • Carezze Finalizzate: unite ad un tono di voce alto e acceso sono quelle utilizzate per premiarlo. Le parti interessate sono di solito le zone laterali del corpo, fianchi, spalla.
Le carezze non sono solo mezzi di gratificazione, possono essere anche usate come mezzi di comunicazione.
Dobbiamo far attenzione, che non tutti i cani sono disposti a farsi toccare o accarezzare, ecco uno dei motivi su cui dobbiamo porre attenzione, quando incontriamo un cane che non si conosce, evitando così di allungare la mano su di lui, per cercare il contatto, non è detto che lui gradisca questo tipo di effusione, soprattutto se a toccarlo sono i nostri figli.

Ricompensa mirata: anche la ricompensa ha un’importanza fondamentale. Deve essere MIRATA, ovvero deve premiare quell’azione o quel comando da noi desiderato, in quel preciso momento, ne troppo prima, ne troppo dopo. 
Attenzione perchè si può correre nel rischio se non si è piuttosto attenti di premiare comportamenti indesiderati.
Le ricompense possono essere di varia natura, premi in cibo, gioco, carezze.
Non dimentichiamo che il nostro cane memorizza qualsiasi comportamento che gli porta un vantaggio.
Inoltre questo è uno dei motivi, per il quale non si dovrebbe far toccare il cane da tutti quelli che si incontrano.

Socializzazione Ambientale: è fondamentale che il nostro cane impari a vivere nell’ambiente che lo circonda. Non dimentichiamo però che se in presenza di un soggetto timoroso o pauroso, che considera quell’ambiente ostile, dovremo lavorare in modo graduale, rispettando la sua natura e la sua paura.
La paura e la timidezza sono caratteristiche caratteriali, non si possono  cancellare o modificare, ma solo arginare.
Capire come fare può essere un valido aiuto, non solo per il cane ma anche per noi nella gestione dello stesso.

Socializzazione Intraspecifica: per quanto riguarda questo tipo relazione, durante la nostra giornata, potrà avvenire solo con l’uomo.
Sapere e  capire come approcciare un cane, comprendere i suoi spazi è determinante per non correre in grossolani errori i quali porterebbero a risvolti spiacevoli.

Imparare ad Osservare l’ambiente che ci circonda: molto spesso la gente esce con il proprio cane non dando affatto peso all’ambiente circostante, come dico spesso: “entrate e disperdetevi”.
Capire l’importanza del luogo che ci ospita è fondamentale per far si, che la nostra passeggiata diventi un piacere e non un fastidio.
In una semplice passeggiata, noi facciamo molte cose, da: condurre il cane, evitare che il cane disturbi gli altri, incontri con gli altri cani, gestirlo in mezzo alla gente, toccarlo e premiarlo nel momento giusto, cercare di capire situazioni di conflitto, e così via.
Ecco perchè la giornata del 26 aprile 2014, si snoderà in due percorsi diversi/ambienti diversi, dinamiche diverse, parco e città.

– Esercizi di base/comandi: terra, seduto e resta, sono i tre comandi di base che noi impariamo e facciamo imparare al nostro cane.
C’è da fare un osservazione a riguardo, ovvero quella di capire il QUANDO impartirli. 
Se impartiti in un contesto sbagliato o non favorevole per il nostro cane, potremmo incorrere nell’errore di perdere la sua fiducia, oppure aumentare la sua frustrazione o ansia se quest’ultimo è un soggetto timoroso o pauroso.
Il Dove e il Chi (nel caso il nostro cane si trovasse di fronte al altri cani) è veramente importante.
Questi due passaggi potremo vederli nel dettaglio durante la giornata, con più occasione di metterli in pratica.

– Imparare a parlare con il proprio corpo: noi non comunichiamo solo con la voce, ma anche con il nostro corpo.
Noi possiamo mentire con la voce, ma il nostro corpo dirà sempre la verità. Noi attraverso la sudorazione, la postura, la tensione delle braccia, diciamo ancor prima di aprire bocca quello che pensiamo al nostro cane.
Quindi, in questo incontro avremo modo di lavorare, non solo sul nostro amica a 4 zampe, ma anche su di noi.





La giornata sarà divisa in due parti.
La mattina ci sarà la lezione al Parco, dove i grandi spazi ci permetteranno di far conoscere i cani, e far scaricare la loro energia vitale, per prepararli alla seconda parte della giornata che si terrà in centro Udine.

SI RICORDA CHE IL REGOLAMENTO DEL PARCO PREVEDE CHE I CANI VENGANO TENUTI AL GUINZAGLIO.

COSA PORTARE:
Acqua per il cane, cibo umido consigliato se la giornata è particolarmente calda. Guinzaglio tradizionale NO TIPO FLEXI, una lunghina, pettorina se in possesso, sacchetti per la raccolta delle deiezioni del proprio cane, moschettone.

TIPO DI ABBIGLIAMENTO:
Abbigliamento comodo, scarpe comode, zainetto, pranzo al sacco.

Consiglio agli amanti della fotografia di portare Macchina fotografica. 


TUTTE LE TIPOLOGIE-RAZZE DI CANI SONO AMMESSE 
NON SOLO I CLC
POSSONO partecipare anche i cuccioli e i cuccioloni.
NOTA per i cuccioli dai 3 ai 4 mesi, consiglio la partecipazione solo a metà giornata.


PROGRAMMA DELLA GIORNATA

RITROVO:

Ore 09:00 Parcheggio  Parco del Cormor Udiene

Inizio passeggiata ore 09:30

Pranzo al sacco (non incluso nel prezzo)

Ore 14:30 Direzione Udine per inizio passeggiata in centro.

Ore 18:00 termine lezione

COSTO DELLA GIORNATA

€ 75,00 per l’intera giornata (a presenza cane)
€ 55,00 per chi volesse partecipare solo alla lezione del mattino.
€ 55,00 Per chi volesse partecipare solo alle lezione del pomeriggio.

TERMINE ISCRIZIONI

Entro il 12 Aprile 2014 con versamento del 50% della quota.

NON VERRA’ RESTITUITA SOMMA IN CASO DI MANCATA PARTECIPAZIONE


Per informazioni su come partecipare alla giornata del 
26 aprile 2014 – Udine
scrivere a:
oppure

Annunci

Informazioni su sulleormedellupo

Mi dedico con passione ai Cani Lupi Cecoslovacchi, alla Educazione Cinofila, e a tutto il mondo del Quattro Zampe... Amo condividere le esperienze di vita con i nostri amici pelosi, con chi nè ha, o con chi ne vorrebbe avere... Il mio motto è: la conoscienza e il sapere non hanno età...
Questa voce è stata pubblicata in EDUCAZIONE CINOFILA IN CITTA', EDUCAZIONE CINOFILA NEI PARCHI, I NOSTRI WEEK END, PARCHI. Contrassegna il permalink.