PERCHE’ UN CANE ENTRA IN ANSIA DA SEPARAZIONE???



Vorrei ampliare l’argomento che riguarda la socializzazione del cane.
Esistono, come ho ribadito più volte, tre tipi di socializzazione, quella:

  • Intraspecifica – Cane/Cane
  • Interspecifica – Cane/Uomo o Cane/Gatto, Cavallo, altra specie
  • Ambientale
Se un cucciolo non viene cresciuto, in modo equilibrato tra questi tre tipi di socializzazioni si rischia ad andare incontro a degli squilibri. 
Squilibri che in alcuni casi possono diventare MOLTO FASTIDIOSI ma soprattutto COSTOSI, per il detentore.

Quando un proprietario, acquista o adotta un cucciolo, DOVREBBE entrare nell’ottica che il suo piccolo amico, ha una necessità importante, come quella di FARE ESPERIENZE nella vita.

Le Esperienze a cosa servono? 
A mio avviso le ESPERIENZE servono non solo a diventare Furbi, Intelligenti, ad arricchire il proprio bagaglio culturale, sapersela cavare in ogni situazione, ma servono a COMUNICARE nel modo CORRETTO.

Quando nasce l’ansia da separazione in un cane?
Quando il cucciolo vive in una bolla di vetro, protetto in modo smodato o anomalo da parte del suo padrone.
Proteggere il proprio cucciolo, è una cosa importante, ma occorre farlo sempre con il giusto senso delle cose.
Come una lupa al momento dell’uscita dei cuccioli dalla tana, individua il luogo dove portarli a giocare, gli individui da incontrare, e considera anche le condizioni meteorologiche, il padrone dovrebbe fare la stessa cosa.

Altra cosa, alla quale ho avuto modo di imparare con la mia esperienza, i cani più felici che ho incontrato sono stati quelli, che possedevano un giardino. 
Un giardino, consente al cane di fare il cane, di giocare, di scavare, di marcare, di fare la guardia, di essere se stesso, ma cosa più importante vi salva l’arredo di casa, durante le vostre assenze.

Quindi quando un padrone, continua ad intervenire in modo anomalo nella comunicazione del proprio cane, mentre gioca, o semplicemente viene sgridato da un altro soggetto, arreca un danno non da poco al proprio protetto.
Il cane acquisirà una conoscenza del Se errata, che col tempo potrebbe peggiorare, portando il cane ad atteggiamenti, o troppo irruenti con gli altri cani, o ad isolarsi perchè non ha imparato a comunicare, o ad essere troppo aggressivo, questo perchè il cane sostituisce la sua immagine con quella dell’uomo.
Ci deve essere un equilibrio tra comunicazione intra ed interspecifica.

Molto spesso mi sono sentita dire: “come vorrei vedere il mio cane giocare con gli altri!!”. Peccato che il cane, ora mai è diventato grande consolidando il suo carattere e il suo modo di vivere. 
In questo caso, dovremmo esser NOI, flessibili a lui e non lui a noi.
La colpa è solo nostra.

Per quanto riguarda la distruttività, il problema si può risolvere, come???
  • Cambiando casa, optare per casa con giardino, magari dando al nostro amico un compagno con cui tenersi compagnia durante le nostre assenze. (Immagino i vostri sorrisi, leggendo queste righe, vi posso capire, con i tempi che corrono cambiare casa non è da tutti i giorni…ma rimane una ottima soluzione anche se non sempre applicabile).
  • Incaricare qualcuno che si occupi del cane durante le vostre ore di assenza.
  • Trovare magari una struttura che faccia Asilo al cane.
  • Impegnarsi, alzandoci presto magari un ora prima della solita sveglia, e uscendo dopo cena per permettere al cane, di stare di più fuori durante la giornata. Un ora divisa per 4 fà 15 minuti per volta. Purtroppo molti pensano che 15′ siano sufficienti al cane… ma non è così. Al cane come minimo dovrebbe esser data la possibilità di uscire si per tre volte al giorno, ma per un totale di 4 o anche 5 ore. Tutto dipende dal tipo di cane, dall’età, dalla razza. Il cane non dovrebbe esser solo acquistato perchè, quel cane è la MODA del momento. Dietro ad ogni RAZZA esiste un ESIGENZA diversa. Non fermatevi solo all’ASPETTO, quando sfogliate il catalogo delle razze, andate a leggervi anche il motivo di quella SELEZIONE.
  • E per ultima e drastica scelta, io credo la più dura e sofferta, se vi accorgete, nei primi attimi di convivenza, che il cucciolo, non si sposa con il vostro stile di vita, cercategli subito un altra sistemazione, perchè il problema non passerà con tempo, anzi aumenterà… In alcuni casi, cessa verso i tre anni.. quando il cane ha imparato a vivere secondo il vostro stile di vita, nel frattempo avrete cambiato il divano dalle 2 alle 3 volte oppure avrete cambiato gli infissi 2 o 3 volte, mentre in altri casi, dura tutta una vita.
E’ vero, vedere che il nostro cane ci guarda, ci segue, e a volte fa il pagliaccio per noi, in qualche modo tutto questo ci appaga, ma è anche bello vedere che il proprio cane, sa comunicare con gli altri, in modo equilibrato, scansando le situazioni di rischio o arrivando a metter pace tra altri soggetti, oppure insegnando ai cuccioli o cuccioloni incontrati quello che lui a sua volta ha appreso da piccolo.

L’ANSIA DA SEPARAZIONE è solo la conseguenza di una nostra CATTIVA GESTIONE.
Sta a noi capire come impostare la nostra convivenza con il nostro cane, se lo sapremo fare, non avremmo nessun tipo di problema durante lo scorrere della nostra vita insieme a lui.


Un cucciolo di Cane è come un bambino, ha bisogno di fare le sue esperienze.
Un bambino impara camminare e correndo, solo cadendo, impara facendo ESPERIENZA.

Imparare a comprenderlo… è il primo atto di amore che noi facciamo nei suoi confronti.


Vi lascio alcuni scatti, sulla comunicazione dei cani, un cane che sa fare il cane, ma soprattutto che sa comunicare è un cane che non avrà nessun tipo di problema. Tutto sta a noi fargli fare il cane…. 

Chi fosse interessato a capire di più le dinamiche del linguaggio, lo può fare seguendo lo stage che si terrà a Pavia il 30 marzo 2014.
Una giornata non solo dedicata alla razza, ma anche al linguaggio, alla gestione, alla comunicazione di ogni cane.

Ci sono ancora pochi posti disponibili.

Chi fosse interessato può scrivere a:





Foto Autori:
Katia Verza
Emanuela Amato
Il materiale pubblicato è coperto da COPYRIGHT

Annunci

Informazioni su sulleormedellupo

Mi dedico con passione ai Cani Lupi Cecoslovacchi, alla Educazione Cinofila, e a tutto il mondo del Quattro Zampe... Amo condividere le esperienze di vita con i nostri amici pelosi, con chi nè ha, o con chi ne vorrebbe avere... Il mio motto è: la conoscienza e il sapere non hanno età...
Questa voce è stata pubblicata in ARTICOLI: EDUCAZIONE A 4 ZAMPE - COSE DA SAPERE. Contrassegna il permalink.