REPORTAGE FOTOGRAFICO DELLA GIORNATA DIDATTICA 2 FEBBRAIO 2014 – PAVIA

Anche questa volta il tempo è stato clemente, si è trattenuto dal piovere, fino alla fine della giornata.
Non mi posso lamentare.
C’è da far notare una cosa veramente importante, ovvero la Passione dei Partecipanti che nonostante la forte umidità, soprattutto quella sopportata nel pomeriggio in campagna, si sono vestiti di tutto punto e non hanno desistito nell’esserci.

La prima parte della giornata l’abbiamo trascorsa in città.
Essendo la prima domenica del mese, ci siamo imbattuti nel mercatino dell’Antiquariato di Pavia.
E’ stata un ottima occasione per imparare a gestire il proprio cane in mezzo alla gente, alle cose e soprattutto ai numerosi cani incontrat.
Ma non è tanto un esercizio rivolto al cane, ma è un esercizio rivolto e mirato al conduttore.
Il quale si rende conto, in primis delle caratteristiche caratteriali del proprio cane, e in secondo piano non meno importante, si rende conto delle proprie lacune nella gestione del cane.
Un buon conduttore una volta compreso e riconosciute le proprie lacune, riuscirà a migliorarsi nel tempo, arrivando a godersi qualsiasi tipo di passeggiata.
Ora vi lascio alla prima parte delle immagini.

Quando stiamo per affrontare una porta, un sotto passaggio, un angolo cieco, noi non sappiamo cosa sta per arrivare dall’altra parte, quindi sta a noi usare il buon senso.
Riportando il nostro cane al nostra fianco e appurando per primi, che dall’altra parte con ci possa essere un potenziale pericolo.

Guardare sempre…

In fondo alla foto, noterete un golden, lui ci ha visti ad arrivare, ma il suo padrone è intendo a guardare le bancarelle.
Sta a noi evitare che succeda qualcosa che possa guastare l’armonia del momento.
Se il padrone continua a esser distratto, starà a noi usare il buon senso e uscire dalla sua visuale onde evitare di vedere cani tirare, abbaiare, e nei peggiori casi azzuffarsi.

Minù è attratta dagli odori, degli oggetti e dalle persone.
Purtroppo non a tutti hanno piacere che i cani ci annusino, i motivi sono svariati:
c’è gente che non ama i cani, c’è gente che non vuole sporcarsi i vestiti, c’è gente che ha paura. Quindi siamo solo noi che abbiamo l’onere di evitare spiacevoli incidenti

Avere sempre la propria attenzione del proprio cane in qualsiasi situazione.

Quando stiamo per incontrare un altro cane, non è scritto da nessuna parte che i due debbano fare amicizia. Primo perchè noi non conosciamo quel cane, secondo conosciamo ancor meno il suo padrone. Quindi facciamoli passare, allargando magari un po il nostro percorso… ed evitiamo se possibile l’incontro.

Noi ci siamo fermati e abbiamo lasciato strada al piccolo amico incontrato.

Anche la città offre, forse in modo prepotente forti odori per i nostri cani.
La maggior parte dei cani oggi giorno vive in città e non più libera in campagna…
Quindi per i nostri cani, diventa una vera e propria attrazione olfattiva.
E’ sbagliato strattonare sempre il nostro cane, quando si ferma per annusare.
Se siamo usciti per una passeggiata rilassante, lasciamo che il nostro cane, prenda e lasci le sue informazioni. Questo tipo di attività arricchirà il suo archivio di informazioni.
Per il cane questa attività è molto importante.

Ecco… questo è un esemplare di Caucaso.
Sono contenta di aver constatato che si tratti di un soggetto, giusto grosso nella mole, ma piccolo nel carattere. Se fosse un Caucaso con un idea di SE’, credo che dopo il nostro passaggio, saremmo finiti tutti al pronto soccorso.
Questa mia osservazione, aprirebbe un discorso molto lungo e complesso.
Comunque io mi rifaccio sempre al buon senso delle persone… 

Al passaggio del Caucaso, ci siamo tutti spostati, onde evitare che partisse una possibile zuffa tra cani, creando panico e terrore….
Chi possiede cani di grossa mole ma soprattutto di un certo temperamento dovrebbe rendersi conto di cosa…. che il cane non è un giocattolo.

Annusare …. Esplorazione

Tutti al bar per la pausa cioccolata calda con panna… 

Dopo la mattinata in città, ci siamo dedicati al pranzo.
Un grazie speciale al Old Wild West  di Pavia che ci permette sempre di entrare con i nostri cani a pranzare.

Io sono brava… mi metto qua….

Ma cosa sono queste cose… non posso prenderne una???

Ok mi arrendo…. ma non è giusto…
Dopo esserci un pò scaldati, abbiamo ripreso le attività in campagna, con gli esercizi di ricerca, socializzazione, conduzione, e varie spiegazioni sul modo di rapportarsi con il proprio cane.
A Questo proposito vorrei ricordare una cosa.
L’uso della forza, il farsi prendere dal nervoso, oppure dallo sconforto, sono stati d’animo che non portano da nessuna parte, ma solo all’allontanamento del proprio cane.
Io consiglio sempre, quando il nostro stato d’animo è nervoso, preoccupato, distratto da altri pensieri, di non lavorare con il nostro cane, anche se si trattasse di una semplice passeggiata. Perchè il risultato sarebbe pessimo, ma ancor peggio rischieremo di compromettere il NOSTRO RAPPORTO e la FIDUCIA che abbiamo instaurato con il nostro amico a 4 zampe.
Noi dobbiamo sempre mirare alla relazione… 

Il cane non ha mai COLPA per un atteggiamento ai nostri occhi sgradevole, cerchiamo di ESSERE noi per primi intelligenti a comprendere in COSA STIAMO SBAGLIANDO.

LA RELAZIONE è ALLA BASE DI QUALSIASI TIPO DI RAPPORTO, sia tra uomini e uomini e uomini e animali, basata sul rispetto e fiducia.

DESCRIZIONE DI RELAZIONE tratta dal dizionario italiano:
relazióne    [rela’tsjone]
sf
legame intercorrente tra due persone, specialmente d’affetto, d’amicizia, d’affari; la persona con cui si è stretto tale legame
fidùcia    [fi’duʧa]
sf
sentimento di sicurezza che deriva dal confidare senza riserve in qualcuno o qualcosa.


Ora vi lascio alle immagini del pomeriggio…

Ricerca….

Collaborazione.
Un cucciolo ha bisogno di noi, senza di noi, non potrà apprendere.
Certo un cucciolo è molto più vivace di un cucciolone o di un adulto.
Ma non dimentichiamo che un cucciolo è paragonabile ad un bambino che va all’asilo… e per lui è tutto un gioco…

Tutti bravi in fila aspettando il loro turno… 


PROSSIMI INCONTRI




Foto Autore: Katia Verza
Materiale coperto da COPYRIGHT
Annunci

Informazioni su sulleormedellupo

Mi dedico con passione ai Cani Lupi Cecoslovacchi, alla Educazione Cinofila, e a tutto il mondo del Quattro Zampe... Amo condividere le esperienze di vita con i nostri amici pelosi, con chi nè ha, o con chi ne vorrebbe avere... Il mio motto è: la conoscienza e il sapere non hanno età...
Questa voce è stata pubblicata in EDUCAZIONE CINOFILA IN CAMPAGNA, EDUCAZIONE CINOFILA IN CITTA', IL NOSTRO LAVORO. Contrassegna il permalink.