UN CANE APPAGATO E’ UN CANE FELICE.

Mi capita spesso d’esser chiamata da persone che dicono di avere un demonio per cane peggio del Diavolo della Tasmania e che non sanno più che pesci pigliare… Ma verificato il problema di persona mi rendo conto che è la solita vecchia storia che si ripete…. “il Cane” socializza poco

  • perché il bipede non ha molto tempo da dedicargli;
  • perché il bipede ha paura che si faccia male, o addirittura che venga mangiato in un sol boccone dagli altri cani poco più grandi di lui…

Oppure non si sfoga abbastanza esplorando, giocando, conoscendo situazioni nuove e quindi non riuscendo ad incalanare le sue energie in quel Giusto Modo che sarebbe ESSERE CANE. Diventa o si trasforma nel Cane che:

  • tira al guinzaglio,
  • vorrebbe mangiarsi tutto e tutti,
  • ansioso che distrugge casa.

Come abbiamo detto molte volte per avere un buon Cane alla base occorre un buon Allevatore (questo che si tratti di un cane di razza o che si tratti di un meticcio, che rispetti i famosi e già tanto nominati PERIODI SENSIBILI.
Il lavoro poi continua con il futuro padrone, ed è Questo che completerà la CRESCITA del suo 4 zampe; quindi dobbiamo educarlo… MA COME DOBBIAMO EDUCARLO???
Per prima cosa il nostro cucciolo o cane adulto, ha bisogno di crescere in un Ambiente Sereno e Coerente, e all’interno del nuovo nucleo famigliare deve avere il SUO POSTO GERARCHIO, se al cane manca il suo POSTO CHIARO, all’interno del branco d’umani si trasformerà in un cane ANSIOSO o DOMINANTE; quindi è VIETATO l’uso della CONFUSIONE, tutti in famiglia con lui devono rispettare le REGOLE della GESTIONE del 4 Zampe.
INIZIAMO L’EDUCAZIONE
Nell’Immaginario di molte persone, quando si parla di educazione, pensano subito al Campo di Addestramento, all’Agility, a Rex e Rin Tin Tin e molto altro ancora…
Ma non è proprio così… un Cane specialmente un cucciolo ha bisogno di RELAZIONARE sia con i propri coinspecifici (per rafforzare e migliorare il linguaggio di comunicazione) che con persone e situazioni nuove nonché con il suo padrone.
Tutto questo andrà ad arricchire il BAGAGLIO CULTURALE del soggetto, rendendolo con l’età calmo e appagato.
RIFLETTIAMO ORA:
Immaginate un bambino, al quale si vieta di giocare, di esplorare, di comunicare, magari segregandolo in casa per molte ore…Quel bambino come sarà??? Sicuramente sarà una bomba pronta ad esplodere, un bambino al quale si farà molta fatica ad insegnare qualcosa perché carico come una molla, poco attento a quello che gli diciamo, per poi finire ad esasperare la situazione con un atteggiamento nervoso da parte dei genitori…
Questa situazione non vi ricorda qualcosa??? del tipo: Cane che tira da una parte con a capo del guinzaglio il padrone che sbraita dall’altra???
Mentre ora pensate a quel bambino, che gli viene data l’opportunità di giocare, di esplorare, di conoscere situazioni nuove sarà un bambino calmo (perché a dato sfogo alle sue energie) e propenso ad apprendere nuove cose, ma soprattutto non sarà un bambino distruttivo o ansioso.
situazione che si sposa benissimo con il nostro cucciolo. Un cucciolo appagato sarà un cane che apprenderà con più facilità i nostri comandi; capirà al volo le nuove situazioni e saprà adeguarsi; inoltre imparerà a leggerci come un libro aperto.
Il Cane ha bisogno di Relazionare con noi e questo è IMPORTANTE per un BUONA INTESA.
Con gli anni vi renderete conto che basterà uno sguardo per capirsi, ma per far questo occorre LAVORARE, ma nel MODO GIUSTO cioè INTERAGENDO con il proprio 4 Zampe e di questo Lui ve ne sarà infinitamente grato.
Altra cosa IMPORTANTE gl’insegnamenti devono essere fatti ed eseguiti in modo sereno, e in forma di gioco. Si è visto (questo vale sia per i cani che per gli umani) che una cosa più è piacevole e più si apprende velocemente…. NON DIMENTICATELO.

Ora Vi lascio alle immagini dei nostri Allievi a 4 e 2 Zampe….




In queste immagini vedete due soggetti di CLC (Cane da Lupo Cecoslovacco). Si chiamano Eragon di Sulleormedellupo di 7 mesi e Yuki di Emanuela Amato di 3 mesi. La socializzazione nei cuccioli è importantissima, infatti dovrebbe continuare una volta lasciato il branco d’origine, questo per garantire al soggetto la continuità degli insegnamenti appresi dalla madre. In questa occasione Yuki non era del tutto sicura di Eragon, tranttandosi dei primissimi incontri… lei cercava di avvicinarlo con il gioco… mentre lui si sottometteva a lei(dare la pancia all’aria per rendersi il meno offensivo). Entrambi i soggeti utilizzano dei segnali di pacificazione, per conoscersi ed avvicinarsi.

In questo filmato potete vedere sempre i due soggetti, che si rincorrono, la corsa è un mezzo per smorzare le tensioni, oppure è un invito al gioco. Infatti Eragon invita Yuki a inseguirla. Rendendosi conto che la piccola non ha il suo stesso passo e resistenza accorcia le distanze, facendo cerchi sempre più piccoli…per permetterle di raggiungerlo. In questo caso notiamo la capacità di ragionamento nel cane.
__________







E’ importate inserire il nostro cane, nel nostro quotidiano, deve imparare a comportarsi nella nostra società, se vogliamo in seguito farlo partecipe della vita che ci circonda… questo è necessario per una buona convivenza.
Di norma chi vuol vivere con un cane, è perchè lo vuol al suo fianco sempre… per ottenere questo occorre PAZIENZA e LAVORO.
In queste foto vediamo i cuccioli a passeggio in città. Rumori, odori nuovi, situazioni nuove arricchiranno il suo bagaglio culturale.

__________

I giochi di attività mentale servono non solo a affinare i sensi del cane, ma anche a relazionare in modo cooperativo con il padrone raffrozando il rapporto. Un’altra cosa importante dei giochi di attività, è che portano il soggetto alla concentrazione e alla riflessione.
__________







Per i cani la socializzazione è importante, in queste foto vedete diversi soggetti, alcuni della stessa specie altri no, oltre alle diverse fasce di età, che vanno dai 13 mesi ai 3 mesi di vita. La socializzazione permette di apprendere quei canali comunicativi diversi dai proprio, basta vedere la morfologia del bassethoud, che è molto distante da quella lupoide.. per un cucciolo di CLC è importante apprenderla, per poi riconoscerla una volta diventato adulto. Tutto quello che si apprende in modo sereno da piccolo viene messo in atto con più facilità, e rimane nel tempo.
__________





In queste foto potete vedere i miei 4 soggetti, una cosa importante che non dovrebbe mai essere fatta, è proprio quella di dividere il branco alla prima difficoltà. Può capitare a seconda dei periodi stagionali (periodo del calore) che i soggetti appartenenti allo stesso sesso diventano, più rissosi, per la conquista della risorsa (femmina o maschio), ma occorre agire con tempismo e coscenza, elaborando situazioni che smorzino le tensioni. Vivere in branco significa per i soggetti appartenenti, continuare a crescere, continuare a sviluppare nuove metodologie di pensiero.. ma soprattutto continuare a collaborare tra di loro. Come quando Luna concede ad Ambra il controllo dei cuccioli dopo lo svezzamento.
__________







E’ importante che i cuccioli giochino e relazionino con soggetti adulti. Attraverso la relazione con i soggetti adulti i piccoli ripassano i livelli gerarchici. Un buon cane è quello che riconosce e riproduce tutti i segnali calmanti, per comunicare al meglio con i soggetti che andrà ad incontrare lungo il suo cammino, evitando situazioni poco simpatiche.
__________





Un buon cane socializzato, stà a suo agio in qualsiasi situazione, anche la più caotica.
__________







E’ importante per il Cani saper relazionare con i Bambini, ma è anche altrettanto importante per i Bambini relazionare con il cane. Tutto deve avvenire in ambienti sereni, e tutto deve AVVENIRE SOTTO LA GUIDA dei GENITORI, che saranno gli unici RESPONSABILI di entrambi. Il binomio Bambino – Cane è un binomio che può portare solo giovamento nello sviluppo fisico e psichico del Bambino o dell’Adolescente. Prendersi cura di un Cane significa anche prendersi cura di se stessi… e imparare a prendersi cura degli altri… ma soprattutto insegna a rispettare quelle forme di vita diverse dall’uomo.
__________




































Questi sono una parte, dei miei allievi, 4 e 2 zampe. Persone che vogliono crescere in insieme al loro Cane.
Quello che le accumuna uni agli altri è solo il desiderio di comprendere al meglio il loro amico, aiutandolo a preseguire il suo cammino in modo sereno.
A Voi dico Grazie, per esservi affidati a me, ma ricordate i risultati sono solo vostri, perchè voi avete lavorato con il vostro cane…e viceversa. Se notate più comprensione tra voi è solo dovuta al fatto che entrambi vi siete avvicinati… e ora vi comprendete un pochino meglio… certo di strada ce ne è ancora da fare…ma quella si chiama VITA….

Vi abbraccio forte… continuate così Vostra Katia



Un Grazie speciale, ai miei Cani. Senza di loro, non sarei riuscita a fare la metà del lavoro che ho svolto… attraverso loro sono giunta ai miei allievi a 4 zampe.
Collaboratori più Unici che Rari.. fidati e leali, molto di più dei collaboratori a due zampe che ho avuto in passato….
Il bello di un Cane, stà nel fatto che non ti tradirà MAI…. compagno unico di un viaggio chiamto VITA…
Katia Verza

Testo e Foto di Katia Verza. Il materiale pubblicato è coperto da copyright. VIETATO l’utilizzo senza il conseso da parte dell’autore.

Annunci

Informazioni su sulleormedellupo

Mi dedico con passione ai Cani Lupi Cecoslovacchi, alla Educazione Cinofila, e a tutto il mondo del Quattro Zampe... Amo condividere le esperienze di vita con i nostri amici pelosi, con chi nè ha, o con chi ne vorrebbe avere... Il mio motto è: la conoscienza e il sapere non hanno età...
Questa voce è stata pubblicata in IL NOSTRO LAVORO. Contrassegna il permalink.

2 risposte a UN CANE APPAGATO E’ UN CANE FELICE.

  1. Un ottimo lavoro come sempre,
    e grazie per retituirci il tutto con le foto commentate e i resoconti sul tuo blog.

    Sonia.

  2. Emanuela ha detto:

    Grazie a te per seguire la nostra crescita sempre con pazienza e affetto

I commenti sono chiusi.