RIFLESSIONE: CHI E’ IL PADRONE GIUSTO PER IL CLC???

Questa mattina mi sono imbattuta nella domanda: CHI E’ IL PADRONE IDEALE PER UN CLC???

Prima di capire chi è il padrone ideale di per questo ESEMPLARE occorrerebbe capire un paio di cose…

Innanzi tutto, qui non è una questione di RAZZA, ma di moda del momento…perchè purtroppo i cani rientrano anche loro nel pazzo mondo della MODA.

Moda che spinge la gente a soffermarsi, solo sull’aspetto…
Il CLC è un cane che fa scena no???
Mi sono accorta nonostante gli anni sul mercato di questa povera bestia, che c’è ancora molta ignoranza nel riconoscerla … e nel gestirla, una totale assenza di informazioni … e quelle che ci sono sono poche e confuse…


Giusto l’altro giorno parlavo al telefono con un mio collega (un grande allevatore di pastori dell’Asia Centrale) il quale andando a visitare un parco naturale vide dei lupi, solo in seguito seppe che erano dei CLC.


Questo per dirvi, cosa… ??? Che questo povero esemplare di Cane da Lupo Cecoslovacco, viene venduto per quello che non è…
La gente è talmente desiderosa di possederlo( forse per placare l’ego personale, oppure semplicemente frustata dalla propria vita, pensando di possedere ,sottomettere o dominare un pseudo lupo) che non si ferma sul suo vero concetto di cane, e sulle sue esigenze.
ESIGENZE che richiedono TEMPO, FATICA, IMPEGNO, VOGLIA DI METTERSI A LAVORARE CON IL CANE, SACRIFICI, PAZIENZA, tutto questo CONTORNATO DA UN GRANDE AMORE…

Ma analizziamo:

TEMPO: occorre TEMPO per insegnare al piccolo clc le buone maniere, e di media ci vogliono all’incirca 2 anni, perchè il CLC invecchia più tardi rispetto agli altri cani… occorre farlo socializzare tutti i giorni o quasi, e non solo il sabato e la domenica… Qualcuno mi disse tempo fa, “ma io non ho tempo” io risposi “lei fuma??? si?? bene si tiri dietro il cane, quando si va a prendere le sigarette”.
Questo potrebbe sembrare stupido alle nostre orecchie, ma non lo è; un uscita per il nostro cane, è importante, lui sente gli odori, vede gente, impara ad aspettare in macchina, impara a viaggiare in macchina, ma soprattutto sta con NOI…. e qui il segreto per un buon rapporto… socializzare con noi….e attraverso noi il cane impara a stare al nostro fianco e con gli altri….
Certo tutto questo richiede VOGLIA E TEMPO.
Certo uno dopo 8 ore di lavoro magari non ne ha voglia… ma allora che cavolo lo avete preso a fare??? non è un sopra mobile….HA DELLE ESIGENZE.
FATICA: tutto questo richiede FATICA da parte nostra… nulla si raggiunge senza spendere fatica… le cose semplici non esistono…

IMPEGNO: l’impegno viaggia a braccetto con la FATICA, più la cosa è faticosa più impegno dobbiamo metterci… anche se a volte pensiamo che i nostri sforzi siano stati vaghi, non dobbiamo arrenderci… ricordiamoci, che anche noi abbiamo impegnato del TEMPO per essere quelli che siamo….quindi non possiamo pretendere che il nostro cane, impari fin da subito… anche lui ha un percorso formativo….e questo percorso, lo facciamo noi… se lavoreremo bene sarà un buon cane se lavoreremo male sarà quello che sarà…ma la colpa sarà nostra…

VOGLIA DIMETTERSI A LAVORARE CON IL CANE: se non abbiamo voglia, di cimentarsi in questa direzione bè allora potevamo fare anche a meno di prendere un cane…. no??? ma lavorare con un cane non significa solo al campo, non significa che il cane deve diventare un campione di agility o di protezione civile.
Lavorare con il cane significa renderlo partecipe della nostra vita, ed insegnargli la giusta collocazione nella nostra famiglia e società…. e poi almeno per me è piacevole godere della sua presenza …. è piacevole guardarlo e intendersi… ma questo lo può provare solo chi lo ha voluto per viverlo e non per immagine…o moda…
Di solito chi ha problemi con questo tipo di cane è perchè lo ha voluto per le motivazioni sbagliate…

SACRIFICI: avere un cane è un sacrificio, a volte occorre rinunciare all’aperitivo con gli amici, per stare con lui… se la giornata lavorativa è di 8 ore, e alla sera lo piantiamo da solo perchè dobbiamo uscire con gli amici per l’aperitivo perchè non possiamo mica rinunciare alla nostra vita per il cane, bè… siamo noi ad essere per primi degli incoerenti..e quindi non possiamo lamentarci se il cane ci distrugge casa, o tira in passeggiata, o non ci degna di considerazione, o ancor peggio diventa ostile nei nostri confronti….e nei confronti degli altri.
Occorre modificare la nostra vita… RICORDIMAOCI CHE UN CANE EQUILVALE AD UN IMPEGNO….per sempre.

Una volta mi è stato confidato da un amica che stava decidendo della sua vita amorosa… “Ma io troverò mai una persona che ami il mio cane???” io le risposi di cercare nell’altra metà degli uomini ovvero quelli che amano i cani; con questo per dirvi, che ci sono mille e più una possibilità di vivere al nostra vita in società al fianco del nostro cane…

PAZIENZA: pazienza, pazienza e pazienza… di solito il presto e il bene non stanno insieme, con il tempo e superate le fasi critiche un giorno, come è capitato a me, non riconoscere più il vostro cane, perchè sarà diventato maturo, e in quel momento raccoglierete tutti i vostri sforzi…

AMORE: semplicemente lo stesso amore che dedicate alle persone che amare, dovrete provarlo per lui…e cosa meno importante AMATELO PER QUELLO CHE E’, COME LUI VI AMA PER QUELLO CHE SIETE… MAGARI STRONZI… MA LUI VI AMA….LO STESSO…
E poi COERENZA, con noi stessi… capire esattamente se lo vogliamo per viverlo e non per un gesto di egoismo…. nel possedere una cosa… il cane non è una COSA, il cane è un ESSERE VIVENTE….CON DELLE ESIGENZE, esigenze che sta a noi provvederle….
Altro fattore importante per possedere un CLC è quello di possedere un Bel GIARDINO.
Dove il cane possa sentirsi CANE.
Dove possa sfogare la sua vitalità.
Dove possa decidere di stare al solo o sotto la pioggia.
Dove possa scavare per il semplice gusto di farlo oppure per il gusto di nascondere un suo tesoro.
Dove possa rotolarsi per lasciare il suo odore o semplicemente per grattarsi la schiena..
Ma cosa più importante dove possa sentirsi FIERO DI ESSER CANE.

Inoltre avere un buon cane qualsiasi Razza sia, sta anche nel fatto di scegliere un buon Allevatore, che vi segua, che vi consigli, e se ne trovate uno che vi dice di lasciare stare, dategli retta… vuol dire che voi, o la vostra vita non fa per lui…
A volte mi è capitato di Dover di no a persone che mi ispiravano veramente fiducia, ma il modo di vivere non era idoneo al cane… troppe ore fuori casa, troppe poche uscite, magari la moglie che ne aveva paura e così via…

Forse prima di prendersela con il cane, e sfogare su di lui la nostra frustrazione, dovremmo guardarci noi per primi, di solito i problemi che un cane manifesta sono legati alle nostre mancanze…

Purtroppo di Razze di cani ce no sono più di 333 ma di padroni ce ne sono solo di due tipi… Cercate comunque di essere i Migliori per LUI….

Articolo di Katia Verza
Foto di Susanna Alba Malatesta
Articolo e Immagini sono coperti da Copyright Vietato l’Utilizzo senza il consenso da parte degli Autori.

Annunci

Informazioni su sulleormedellupo

Mi dedico con passione ai Cani Lupi Cecoslovacchi, alla Educazione Cinofila, e a tutto il mondo del Quattro Zampe... Amo condividere le esperienze di vita con i nostri amici pelosi, con chi nè ha, o con chi ne vorrebbe avere... Il mio motto è: la conoscienza e il sapere non hanno età...
Questa voce è stata pubblicata in IL NOSTRO LAVORO. Contrassegna il permalink.